Magonza

Spumante, storia e cultura: un mix frizzante a Magonza!


Cantina dello spumante Kupferberg

Nella casa Kupferberg lo spumante e l’arte si sposano in modo perfetto. Ammirerete collezioni uniche al mondo e visiterete la cantina a volta sotterranea che giunge fino a sette piani di profondità.
La cantina a Magonza comprende la storica casa padronale nel centro della cittá, nella quale i visitatori possono vivere un viaggio appassionante nella storia dello spumante. Altamente significativo per la cultura dello spumante é sicuramente il museo Kupferberg, situato in centro città all´interno di un bellissimo edificio classico, dove potrete ammirare una collezione di bicchieri da spumante e da champagne unica al mondo.

 

Museo di Johannes Gutenberg

Famoso e rinomato in tutto il mondo é il museo di Gutenberg della città di Magonza, dedicato alla scrittura e all’arte della stampa. Fu fondato dagli abitanti della cittá nell‘anno 1900 in occasione del 500° anniversario di Johannes Gutenberg, inventore dell´arte della stampa. Tra gli altri oggetti della ricca collezione del museo, troverete le sue Bibbie a 42 righe di fama mondiale.

 

Chiesa di S. Stefano

I turisti di tutto il mondo pellegrinano sul monte S. Stefano per ammirare le finestre dell’artista Marc Chagall che risplendono di un blu magnifico.
La chiesa di S. Stefano è l’unica chiesa in Germania per la quale l’artista ebreo Marc Chagall (1887-1985) realizzó delle finestre. La vetrata fa entrare una luce blu che non solo fa sembrar volare gli angeli, ma anche gli altri personaggi biblici. "Questi colori si rivolgono in modo diretto al nostro sentimento di vivere, raccontano ottimismo, speranza, gioia di vivere".

 

Museo della Navigazione Antica

Dal 1994 il campo di ricerca sulla navigazione antica del Museo Centrale Romano-Germanico ha allestito un proprio museo, che si trova nell´ex mercato al coperto ai limiti del centro storico. Un´esposizione unica nel suo genere in Germania, che vanta cinque originali relitti di navi risalenti alla tarda antichitá, ritrovati nel 1981-82 durante i lavori di scavo per l’ampliamento dell’hotel Hilton a Magonza. I relitti si trovavano a circa 7,5 metri al di sotto del livello stradale,  subito davanti alle mura della città romana di Magonza, evidentemente in una parte chiusa del porto. La forma caratteristica suggerisce che si tratta di navi militari che andarono perdute in seguito alla sconfitta catastrofica dell’esercito Romano sul Reno da parte dei Germani che sopraggiunsero nel 407 d. C..

 

Il centro storico

Il centro storico di Magonza si estende all’ombra del Duomo fino alla stazione meridionale. Le stradine tortuose che portano nomignoli curiosi come „Nasengässchen“ („Vicolo del naso“), „Heringsbrunnengasse“ („Vicolo della fontana delle aringhe“) oppure „Leichhof“ („Cortile dei cadaveri“) sono piene di vita. Nel centro storico c’è sempre movimento. Durante il giorno le strade, i piccoli negozi ed le boutique  sono piene di attività. Sul tardi gli abitanti di Magonza e i loro ospiti si trattengono nelle accoglienti enoteche e nei bar tradizionali. Un buon quartino di vino dell’Assia renana vi aiuterá a dimenticare lo stress quotidiano,  visitando una delle enoteche come „Klingelbeutel“, „Beichtstuhl“ o „Goldstein“. Le facciate delle case, restaurate con molta cura, e le magnifiche chiese del barocco testimoniano la ricca storia della città di Magonza.

 

Castello del Principe Elettore

Il Castello del Principe Elettore di Magonza era un tempo la residenza degli arcivescovi di Magonza, nonché principi elettori dello stato di cura di Magonza.
Dal punto di vista stilistico il castello è uno degli ultimi edifici del cosiddétto „Rinascimento tedesco“. L’ala nord che fu costruita più tardi è stata adattata a questo stile.

 

Il Duomo

L’imponente duomo,ancora oggi mille anni dopo la sua costruzione, é un tratto caratteristico del volto della città di Magonza. Ha segnato la sua storia ed è ancora oggi circondato da costruzioni quasi del tutto intatte.
Fu il vescovo Willigis, al tempo anche arcicancelliere del Regno Tedesco,  che fece iniziare nel 975 la costruzione del duomo di Magonza, dove ebbero luogo nel corso dei secoli sette incoronazioni di Re. L’edificio progettato era così grande che all‘epoca tutti i cristiani della città vi avrebbero trovato posto e si ispirava alla Basilica di San Pietro a Roma

 

Piazza del Mercato

All’ombra del maestoso Duomo si trova la storica Piazza del Mercato con le sue splendide case borghesi e la fontana rinascimentale più antica della Germania, costruita nel 1526. Questa piazza spaziosa ospita tre volte a settimana il famoso e frequentatissimo mercato settimanale della cittá. Al centro del mercato si erge la Colonna di Heunen con i suoi 6,40 metri d´altezza. Si racconta che fosse già prevista per il Duomo di Magonza intorno all’anno mille, ma che si dovettero poi aspettare ancora 500 anni per la sua realizzazione.

Giardino delle ciliegie

Uno dei luoghi più affascinanti a Magonza è sicuramente il Giardino delle Ciliegie con le sue case a graticcio e la Fontana della Madonna. Il perché del nome del giardino é facilmente intuibile e testimoniato dall´unico ceppo di ciliegio che potete ancora ammirare vicino al forno "Zum Beymberg". A creare lo charme inconfondibile di questo luogo immerso nel centro storico della cittá contribuiscono sia l’insieme architettonico delle case e dei bei negozi in un ambiente storico sia la fontana in stile barocco costruita nel 1932.

 

Navigazione sul Reno

La città di Magonza nacque già nel 38 a.C. alla confluenza del Meno e del Reno. Essendo una posizione molto importante dal punto di vista strategico vi fu fondato il campo militare di Moguntiacum. Insieme a Treviri e a Colonia era uno dei centri militari, commerciali e artistici più importanti al nord delle Alpi. Molti principi imperiali e imperatori fecero di Magonza la loro base per combattere i Germani e difendersi contro i loro attacchi. Anche la flotta romana sul Reno veniva comandata da Magonza.
Oggi si possono fare dei viaggi sul Reno a Bingen, a Rüdesheim, alla Loreley oppure ancora più lontano. Diverse società di navigazione offrono sia servizi di linea che viaggi charter individuali.

 

Strada agostiniana e chiesa agostiniana

La pittoresca Strada Agostiniana è il percorso ideale per andare in giro per il centro storico di Magonza. Fino al 600 era la strada principale dei negozi della città. Oggi vi si trovano piccoli negozi e boutique, bar, pub, ristoranti ed enoteche, tutto questo nell’atmosfera tipica di Magonza. Al centro della piena attività, inserita nella schiera di case, si erge l‘impressionante facciata barocca della Chiesa Agostiniana. Fu costruita dal 1768 al 1776 per il convento degli eremiti agostiniani che vi confina ed è oggi una chiesa di seminario. Anche l’interno della chiesa è di una bellezza impressionante. Gli affreschi del soffitto offrono uno scorcio nella vita di Sant’Agostino e nella storia dell’ordine mendicante che risiede nella strada agostiniana dal ‘200.

 

Leichhof

Godrete della piú bella vista sul gruppo di torri occidentale del Duomo, dall´ex cimitero„Leichhof“(“Cortile dei cadaveri”) al Duomo. Nel 1778-79 Ignaz Michael Neumann costruì sul „Leichhof“  le case del Duomo e le dotò di tetti in pietra ignifuga. Nel corso dei secoli il Duomo prese fuoco per sette volte e così si diffuse la paura riguardo ad un nuovo incendio. La stretta strada del „Leichhof“ collega il Cortile dei Cavalieri con la pittoresca strada agostiniana.

LA VOSTRA OPINIONE
Inserimento della valutazione...
Non ancora valutato. Esprimi la tua valutazione per primo!
Clicca sulla barra di valutazione per valutare questo contenuto.
  • Twitter
  • Facebook
  • studiVZ
  • MySpace
  • deli.cio.us
  • Digg
  • Folkd
  • Google Bookmarks
  • Linkarena
  • Mister Wong
  • Newsvine
  • reddit
  • StumbleUpon
  • Windows Live
  • Yahoo! Bookmarks
  • Yigg

COMMENTI
Non ci sono commenti

Kommentar abgeben

Commenta

* - campo obbligatorio

*




Immagine CAPTCHA per prevenire lo SPAM
Se non riesci a leggere la parola, clicca qui.
*
*