Worms in 24 ore

Tra leggende e tesori sprofondati.


Secondo la saga di Hagen, egli fece scomparire il tesoro dei Nibelunghi nel Reno vicino a Worms. Quale migliore punto di partenza per la Vostra passeggiata nella città dunque del Ponte dei Nibelunghi che attraversa il Reno? Questo ponte pittoresco con il contrafforte imponente fu costruito solo nel XIX secolo ma si ha lo stesso la sensazione di entrare nel tempo misterioso del XII secolo quando la canzone dei Nibelunghi fu scritta. A pochi minuti dal bordo del Reno si trova la Statua di Hagen in bronzo che ricorda la storia avvolta nella leggenda della città.

Dopo 10 minuti a piedi verso il centro della città si arriva al Museo dei Nibelunghi che si trova vicino alla porticina dei pescatori e che fu aperto nel 2001. Dalla facciata pittoresca, il museo si trova in due torri delle mura medioevali della città, e ospita  tecnologie multimediali ultramoderne che Vi trasmetteranno in modo appassionante e particolare la saga dei Nibelunghi. Un nostro consiglio: una parte delle mura è percorribile.

Adesso scopriamo le chiese di Worms: sette si trovano nel centro, l’ultima fu costruita nel 1744. A solo pochi passi dal museo dei Nibelunghi si trova sulla destra della „Petersstraße“ la Chiesa S.Paolo, una chiesa a sala dal XI al XIII secolo con un altare maggiore Dalberg e un chiostro gotico. Sulla sinistra della „Petersstraße“ in direzione del mercato si trova la Chiesa della Trinità barocca dall’anno 1725. Da qui si vede già il duomo impressionante però vale la pena fare una visita a sinistra per vedere una delle poche case borghesi rimaste completamente intatte dal barocco ad oggi, la casa della Farmacia Adler al mercato nuovo. Passando il lato sud del duomo si arriva alla Chiesa magnus. Questa sobria chiesa ad un locale ha le sue origini nel tempo carolingio del IX secolo ed è stata in seguito ingrandita in stile romanico e gotico.

Dall’altra parte della piazza Weckerling si trova il Museo comunale all’interno dell’Opera pia di S. Andrea. Qui si può scoprire la storia della città dalla preistoria e dal primo periodo fino all’età moderna. Nella „stanza di Lutero“ si trovano manoscritti originali del riformatore!

Dietro la strada „Willy-Brand-Ring“ è situata la Sabbia santa, il cimitero ebraico più antico in Europa che deriva dal XI secolo e sul quale si trovano oltre 2.000 iscrizioni sepolcrali ben conservate. In seguito visiterete il magnifico Duomo. La basilica romanica fu costruita nel XI e XII secolo e fa parte dei tre famosi duomi imperiali lungo il Reno insieme ai duomi di Magonza e di Spira. L’altar maggiore barocco di Balthasar Neumann, di tempi piú recenti, é sicuramente da non perdere. Si racconta che al Portale imperiale a nord ebbe luogo la lite leggendaria tra le regine nibelunghe Crimilde e Brunilde che portò  all’assassinio di Sigfrido l’ammazza draghi e alla caduta dell’impero della Burgundia.

Impressioni

  • Chiesa della Trinità
  • Ponte dei Nibelunghi
  • Museo dei Nibelunghi
  • Chiesa S.Paolo
  • stanza di Lutero
  • Sabbia santa
  • Duomo
  • Chiesa della Nostra Signora
  • Duomo
  • Chiesa S. Martino
  • Museo della città

Di fronte al duomo si trova il „Heylshof“ che è circondato da un parco. Qui si trovano collezioni di oggetti d’arte magnifici. Nel Giardino del castello ebbero luogo molteplici liti imperiali tra le quali anche quello dell‘anno 1521: Martin Lutero si trovava di fronte al Kaiser Carlo V e rifiutò di revocare le sue tesi. Delle targhe commemorative nel suolo ricordano questo incontro ricco di conseguenze. Di fronte in diagonale si vede il Monumento di Lutero eretto nel 1868. Si vede Lutero insieme ad altri riformatori ed è il più grande nel suo genere in tutto il mondo.

Passando per i parchi presso lo „Stadtring“ che seguono le fortificazioni della città di un tempo si arriva alla chiesa S. Martino, una basilica romana in pietra arenaria rossa con un bel portale all‘ovest. Si continua per la strada Kämmerer per arrivare nell´ex Quartiere ebraico. La Sinagoga e il museo ebraico nella Casa Raschi insieme al cimitero ebraico sono un segno impressionante in ricordo della comunità ebraica che risiedeva a Worms durante il medioevo.
Dopo tante visite è arrivato il tempo di scoprire Worms come città del vino. Dopo altri 10 minuti di passeggio verso nord si arriva alla Chiesa della Nostra Signora del periodo gotico. Si trova al centro delle vigne pittoresche che diedero il nome al „Liebfrauenmilch“,  un tipo di vino bianco noto in tutto il mondo. Per concludere una giornata veramente „leggendaria“ Vi consigliamo gli ottimi ristoranti e le ottime enoteche nel centro di Worms.

LA VOSTRA OPINIONE
Inserimento della valutazione...
Valutazione: 4.0 di 5. 1 voti.
Clicca sulla barra di valutazione per valutare questo contenuto.
  • Twitter
  • Facebook
  • studiVZ
  • MySpace
  • deli.cio.us
  • Digg
  • Folkd
  • Google Bookmarks
  • Linkarena
  • Mister Wong
  • Newsvine
  • reddit
  • StumbleUpon
  • Windows Live
  • Yahoo! Bookmarks
  • Yigg

COMMENTI
Non ci sono commenti

Kommentar abgeben

Commenta

* - campo obbligatorio

*




Immagine CAPTCHA per prevenire lo SPAM
Se non riesci a leggere la parola, clicca qui.
*
*